Marvel, è Polemica Su Un Personaggio Di Doctor Strange 2: «non Avrei Dovuto Crearlo»

Il 4 maggio 2022 arriva nelle sale Doctor Strange in the Multiverse of Madness e con esso tutta una serie di nuovi personaggi per l’universo Marvel. https://public.flourish.studio/visualisation/8991983/ lank”>https://public.flourish.studio/visualisation/8991941/ Al momento l’attenzione è catalizzata sul ritorno di Patrick Stewart e su misteriosi personaggi che nessuno sa bene chi siano, ma c’è un particolare esordio che sta accendendo una piccola polemica.

Come risaputo, in Multiverse of Madness farà la sua comparsa America Chavez: interpretata da Xochitl Gomez, è il primo è il primo personaggio LGBTQ latino-americano della Marvel e i suoi poteri sono fondamentali per il Multiverso. Cresciuta nel Parallelo Utopico dal Demiurgo, è in grado di passare da una realtà all’altra, oltre ad essere dotata di altri incredibili poteri. Apparsa in Vengeance n. 1 nel settembre 2011, è stata creata da Joe Casey e Nick Dragotta: il primo, ora, si è tolto qualche sassolino dalle scarpe.

In un’intervista a CBR, si è lamentato del trattamento che gli autori Marvel Comics ricevono quando i proprio personaggi o storie vengono adattati per il grande o https://public.flourish.studio/visualisation/8991992/ piccolo schermo. Di recente, una simile polemica era stata sollevata per il poster della serie Hawkeye. A Joe Casey è stato chiesto se avrebbe voluto partecipare direttamente al progetto in cui è coinvolto il suo personaggio: «Solo quando penso a quanto incasserà il sequel di Doctor Strange. Seriamente, forse non avrei dovuto creare nuovi personaggi per Marvel Publishing https://public.flourish.studio/visualisation/8991905/ – considerando i loro precedenti su come trattano i creatori. Comunque, nel caso di America Chavez l’ho fatto e nonostante come stiano andando le cose su quel fronte, sono entusiasta di vederla in un film che costa più del PIL di certe nazioni in via di sviluppo» ha detto.

Difficile interpretare il tono dalle parole nero su bianco, ma sembra filtrare un certo sarcasmo e alcune evidenti frecciatine https://public.flourish.studio/visualisation/8991885/ nei confronti dei Marvel Studios. Nella stessa intervista, Casey ha anche parlato delle particolarità di America Chavez: «È perfetta per l’universo Marvel. È diversa da ogni altri personaggio ma condivide molte delle qualità che rendono tradizionale un eroe Marvel. Uno dei principali motivi per cui l’ho creata era introdurre un personaggio che potesse orgogliosamente stare al fianco di icone come Iron Man e Spider-Man».

Tuttavia, aggiunge: «Siamo onesti, ha avuto un viaggio un po’ bizzarro nei fumetti. Non è un segreto. Per fortuna, il suo fascino di base non è mai scemato e i fan sono incredibilmente leali. E mi piace pensare che – per quanto adattata e aggiustata per un altro medium – la sua apparizione nell’MCU sia la chance per riportare il personaggio alla miglior versione e toglierle di dosso i detriti accumulati nei fumetti negli ultimi dieci anni».

Cosa ne pensate? La polemica dell’autore di America Chavez con la Marvel è giusta? Fatecelo sapere nei commenti.

Leggi anche: Doctor Strange 2, scoperto il vero villain in arrivo in Multiverse of Madness?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Author